PDF Stampa E-mail

Maurizio Ferlini,
IL NUOVO ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI DELL’ENTE LOCALE
Guida alla elaborazione del Regolamento secondo la legge 127/97. Prima Edizione
Maggioli Editore, Rimini, 1998.
il nuovo ordinamento degli uffici e dei servizi dell'ente locale - 1 edizione
La legge 127/97, riprendendo in un’ottica dinamica ed evolutiva le coordinate del quadro normativo complessivo - la legge 142/90, il d.lgs. 29/93 e il d.lgs. 77/95, in particolare - rafforza l’autonomo potere regolamentare dell’ente locale nella disciplina della organizzazione attraverso la previsione di un regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi.
Il Comune è un ente che offre servizi ai cittadini. E’ un ente che utilizza risorse, prelevate in gran parte dalla collettività locale, al fine di assicurare benefici alla collettività locale stessa.
Nella logica di servizio il cittadino è il punto di origine: la qualità dei servizi e la sua soddisfazione divengono il risultato dell’azione amministrativa.
Questo il punto centrale anche sul piano politico-istituzionale: il consenso si ricerca attraverso la capacità di produrre i risultati promessi nel programma elettorale di mandato.
Di qui la necessità di progettare uno strumento capace di agire in termini propositivi sul campo della innovazione organizzativa e, più in generale, sul funzionamento complessivo dell’ente.
E’ il momento dell’esercizio “maturo” dell’autonomia organizzativa: dalle scelte personalizzate ed adeguate alle specifiche e speciali esigenze di ogni ente.
Con il supporto di una strategia organizzativa e di gestione del personale, il regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi può realmente rappresentare la nuova “mappa organizzativa totale” degli strumenti di governo e gestione dell’apparato.
Il volume, oltre a suggerire spunti ed indicazioni per la “progettazione”, tende a rappresentarne tutte le potenzialità, fornendo, a chi si appresta all’elaborazione, uno schema-guida di regolamento commentato con i riferimenti alle più recenti ed innovative posizioni assunte in materia della dottrina e della giurisprudenza.
La pubblicazione, per le sue caratteristiche, è “naturalmente” destinata a:
• segretari comunali e provinciali, direttori generali, dirigenti, funzionari, responsabili di servizi;
• sindaci, assessori, consiglieri comunali e provinciali con un grande obiettivo strategico, un circolo virtuoso all’interno del quale l’innovazione possa produrre nuova innovazione all’interno dell’ente locale.