Anno 2004 PDF Stampa E-mail


L’ASSICURAZIONE, n. 6 novembre/dicembre 2004, pag. 21
La responsabilità degli amministratori nelle società di capitali
di Maurizio Ferlini

La struttura interna delle società per azioni ( e più in generale di tutte le società di capitali) ha carattere corporativo e si compone di organi diversi ai quali sono attribuite, ex lege, funzioni specifiche da esercitarsi in via autonoma. All’interno di questo schema gli amministratori sono l’organo deputato alla gestione dell’impresa sociale e, in quanto tale, sono titolari e poteri necessari molto ampi: il potere di gestione dell’impresa sociale ….



L’ASSICURAZIONE, n. 3/4 maggio/agosto 2004, pag. 25
Privacy: il trattamento dei dati personali come attività pericolosa
di Maurizio Ferlini

Il trattamento dei dati personali che avvenga in  maniera non conforme alle prescrizioni dettate dal codice per la protezione dei dati personali (definito come codice della privacy), può essere considerato, a tutti gli effetti, attività pericolosa ai sensi dell’art. 2050 del c.c. E’ del resto evidente che la materia della tutela della riservatezza – la quale ha ricevuto con la legge del 1996 prima e ora con il decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 protezione costituzionale ….


L’ASSICURAZIONE, n. 1 – gennaio/febbraio 2004, pag. 24
La responsabilità degli insegnanti per “culpa in vigilando”
di Maurizio Ferlini

Nell’ambito della responsabilità dei funzionari o dipendenti pubblici, l’art. 23, comma primo, del t.u. n. 3/57, prevede espressamente delle ipotesi di responsabilità più gravi, le quali si fondano su parametri di valutazione più severi rispetti a quello previsti in via generale. Queste ipotesi sono da ricondursi ai casi previsti nell’art. 2048, comma 2, c.c. e riguardano le responsabilità dei precettori o degli insegnanti per i danni cagionati dai loro allievi per tutto il tempo in cui questi ultimi…..


ASSINEWS, n. 140 – febbraio 2004, pag. 72
Vizi e prassi negativa nelle gare per la scelta del broker
di Maurizio Ferlini

Il brokeraggio, secondo gli approdi della giurisprudenza amministrativa degli ultimi anni, va inteso come “servizio assicurativo”: la procedura per l’affidamento di tale contratto quindi deve ritenersi riconducibile all’appalto di servizi. La prassi ha dimostrato di metabolizzare ben presto l’assunto migrando – pur nelle manifestazioni pubbliche di saudade per i bei tempi andati in cui l’incarico al broker era affidato direttamente in via fiduciaria ( anche se rispetto al quadro attualedelle gare quella soluzione non appare certo meno dignitosa..) – in una testimonianza….